Tendere una mano a chi ne ha bisogno è d'obbligo. Tuttavia, scuoterlo con impazienza in modo che l'altro si affretti a prenderlo non è sicuramente la strada da percorrere. Organizzare un intervento per una persona cara, che soffre di una dipendenza, è come aiutare qualcuno a stare in piedi, vedete. Sono stesi a terra, quindi allunghi una mano; ti guardano esitante, cercando di vedere se è meglio da dove sono. Non sanno che non lo è, i loro modi tossici creano una coperta ingannevole che oscura tutto il resto. Quindi, quando decidono di tenerti la mano, devi stare attento e sollevarli lentamente; lasciateli stare lentamente da soli. Vacci piano, prima cammina un po 'con loro e poi, quando saranno pronti, andiamo, continueranno da soli.

"Le grandi opportunità per aiutare gli altri raramente arrivano, ma quelle piccole ci circondano ogni giorno." —Sally Koch

Il Centri di trattamento delle dipendenze nel Regno Unito definisce l'intervento come "Uno strumento efficace per incoraggiare un familiare o un amico a curarsi per una dipendenza".

Vedere i propri cari soffrire è sempre difficile, ma non importa cosa, è fondamentale ricordare che sono loro che sono e sono stati in questo luogo oscuro, molto prima che tu te ne accorga. Voler aiutare è il passo perfetto da fare, ma dopo arrivano le vere sfide.

Quindi che si fa? Cosa evitare?

Il Dos:

Hai notato che il tuo amico o una persona cara sta lottando con una certa dipendenza o malattia mentale. Organizzare un intervento è la strada da percorrere, ma devi tenere presente che non sarà facile.

Per prima cosa, informati. Leggi il caso specifico della tua amata. Che sia alcol, depressione, o tossicodipendenza, è fondamentale sapere cosa stai affrontando e aspettarti tutto. Ottenendo maggiori informazioni sull'argomento specifico, non solo acquisisci più conoscenze di base, ma sarai anche in grado di cogliere i sintomi che ti aiutano a identificare il problema.

Secondo il Guida alla riabilitazione alcolica organizzazione, i sintomi comuni dell'abuso di alcol sono bere da soli in segreto, isolarsi per scelta, trovare scuse per bere e "sperimentare blackout temporanei o perdita di memoria a breve termine".

Il Istituto nazionale sull'abuso di alcol e l'alcolismo spiega come l'alcol vieta al cervello di formare nuovi ricordi a lungo termine. Aggiungete a ciò, quando si consumano grandi quantità, i blackout sono destinati a verificarsi. Durante quelli, la memoria perde gli eventi accaduti durante il bere.

Per quanto riguarda i farmaci, il Servizio del Tennessee Department of Mental Health & Substance Abuse identifica segnali di pericolo fisici, comportamentali e psicologici per una dipendenza. Gli indicatori principali sono i cambiamenti gravi nelle relazioni, la spesa più del solito, un'evidente mancanza di energia e cambiamenti nell'aspetto fisico, in particolare nel viso.

La depressione è complessa nei suoi modi intricati di strisciare nella vita di un individuo. Il Servizi sanitari nazionali mette in guardia sulla natura ingannevole della depressione. I continui stati d'animo bassi, l'impotenza, il senso di colpa e la mancanza di divertimento dalla vita sono aspetti che affliggono la vita di qualcuno che sta lottando con la depressione.

  • Ora che conosciamo alcuni dei sintomi dei tre problemi summenzionati, è più facile individuare i modelli. Il secondo passo è scoprire cosa sta succedendo. Con questo non intendiamo diagnosi. Solo un professionista è qualificato per diagnosticare le persone. Questo passaggio è semplicemente lì, quindi sapresti con cosa hai a che fare.
  • Terzo, scopri quando, dove e chi. Vuoi parlare a casa, dove è comodo e sicuro? Da qualche parte all'aperto? Pensi che dovresti farlo presto, o forse aspettare che la persona sembri un po 'più rilassata? Infine, parlerai con loro da solo?

Queste sono le domande che devi porci prima di rivolgerti all'elefante nella stanza. Lo spazio e il tempo che scegli sono fondamentali, così come l'azienda che scegli. Alcune persone vanno per interventi di gruppo; i propri cari si sono riuniti per aiutare un membro. Altri preferiscono più privacy e aspettano di essere soli.

  • Qualunque cosa tu decida, il quarto passo sarebbe consultare uno specialista dell'intervento, se possibile. Dovrebbero aiutarti a capire di più e prepararti per la giornata. Puoi visitare la nostra pagina per contattarci per ulteriori indicazioni.
  • Infine, esercitati su ciò che stai per dire e provalo. Questo passaggio non serve a rendere il tuo discorso forzato o meccanico. Piuttosto, aiuta a ricordare tutto ciò che vuoi dire perché tali conversazioni possono diventare lacrimose, il che disturba l'attenzione.

Cosa non fare:

Ora che abbiamo stabilito cosa fare, cosa non fare è altrettanto importante. Il Associazione degli specialisti di intervento mette in guardia contro l'essere coercitivi, arrabbiati o offensivi durante il "discorso". Un intervento dovrebbe essere sincero e caloroso, non freddo e basato sulla vergogna.

Ecco un breve elenco di cosa non fare:

  1. Non forzare mai nessuno ad ammettere ciò di cui soffre
  2. Non forzare mai nessuno a chiedere aiuto
  3. Non alzare mai la voce
  4. Non oltrepassare mai i confini (sia con ciò che dici e facendo)

Ognuno dei suddetti può indurre la persona in questione a ritirarsi nella propria bolla perché si sente insicura. Perderai la fiducia di quella persona e potrebbe non confidarsi mai più con te.

Ricorda sempre di essere paziente, gentile e premuroso. La strada per la guarigione è lunga e necessita di dedizione, se l'individuo non sceglie di farsi aiutare, la ricaduta è molto probabilmente il loro destino. Il recupero deve essere una scelta personale in modo che la strada possa sembrare più facile da percorrere.

Il centro di riabilitazione di lusso BALANCE offre uno spazio sicuro e piani dettagliati per aiutare chiunque ad alzarsi e rimettersi in piedi. Con i nostri programmi, miriamo a tendere le mani a chiunque cerchi di sbarazzarsi di qualsiasi dipendenza che li appesantisce. Quindi unisciti a noi oggi e intraprendiamo questo viaggio per raggiungere la libertà insieme.